10.2.5A-FSEPON-PU-2018-18

Modulo 1 “Ascoltare”
Modulo di 30 ore destinato a 20studentesse/studenti di tutte le sedi dell’IPSIA “Santarella”.
Il modulo sarà suddiviso in 3 attività:
- attività 1( 12 ore): Ascoltare la voce dei luoghi _ l’osservazione diretta;
- attività 2 (10 ore): Catalogare i beni _ organizzazione delle informazioni e catalogazione in schede;
- attività 3 (8 ore): Storytelling _ la scrittura emozionale dei luoghi
Per uno studente di scuola secondaria riuscire a riconoscere il valore di un bene culturale e la sua collocazione spazio - temporale è un’operazione estremamente complessa, in particolare se il tessuto urbano è articolato e complesso. Per questa ragione, in questo primo modulo, si procederà mediante semplificazioni e sintesi in maniera tale che lo studente riesca ad orientarsi nel paesaggio urbano e riconoscere il valore che i beni culturali hanno per la collettività. Si definiranno tre periodi storici, quello del linguaggio classico, quello dell’eclettismo e dello storicismo, quello del linguaggio moderno e per ciascuno saranno individuati beni culturali, in maniera tale da esplorare la dimensione urbana con tre lenti di ingrandimento differenti. I beni del patrimonio architettonico saranno individuati soprattutto in funzione delle esigenze e dei bisogni che emergeranno dai questionari iniziali.
Durante l’osservazione diretta, gli studenti saranno invitati a prendere appunti, a scattare fotografie e disegnare mappe. La seconda attività prepone la compilazione di una scheda di catalogazione del bene architettonico che riporti: nome del bene, descrizione, tipologia, datazione, stato di fatto, ubicazione, autore, fotografia e coordinate GPS. A questo si aggiungerà un diario in cui lo studente indicherà impressioni ed emozioni suscitate in lui durante l’osservazione. È importante in questa prima fase la scrittura emotiva che delineerà le caratteristiche dei moduli successivi: raccontare la propria esperienza, i luoghi e le emozioni per creare relazioni emotive e sociali.

Modulo 2 “Raccontare”
Modulo di 30 ore destinato a 20 studentesse/studenti di tutte le sedi dell’IPSIA “Santarella”.
Il modulo sarà suddiviso in 3 attività:
- attività 1( 4 ore): Elaborazione materiali grafici per il blog;
- attività 2 (6 ore): Elaborazione articoli per il blog;
- attività 3 (20 ore): Creazione del blog
Tutti noi abbiamo una storia, un qualcosa che ci contraddistingue. Anzi, a dire il vero ne abbiamo tante, così tante da poter considerarci unici ed ineguagliabili. La mia storia, la tua storia, sono ciò che ci rendono così straordinari e speciali. Aprire un blog significa compiere un grande gesto: offrire le proprie competenze, le proprie storie, le proprie idee.
Lo sviluppo impressionante che ha avuto il web in questi anni ha profondamente modificato il modo di rapportarci con i media e con la comunicazione. Una volta il blog si usava solo come un diario di pensieri, osservazioni e riflessioni personali ma negli ultimi anni il Web log o, più comunemente, “blog” è diventato un vero e proprio strumento di marketing. Molti blog svolgono infatti una doppia funzione invitando i lettori a lasciare commenti su quanto pubblicato. In questo modo può trasformarsi in una vera e propria piattaforma social in cui dialogare con i lettori.

Modulo 3 “Guardare”
Modulo di 30 ore destinato a 20studentesse/studenti di tutte le sedi dell’IPSIA “Santarella”.
Il modulo sarà suddiviso in 3 attività:
- attività 1( 4 ore): Moodboard;
- attività 2 (18 ore): Organizzazione e giornate di shooting;
- attività 3 (8 ore): Post produzione ed elaborazione immagine
L’entrata in campo della fotografia come modo per rappresentare le proposte degli stilisti ha fatto sì che si raggiungesse un maggiore realtà espressiva, ma non una maggiore attenzione per la rappresentazione dei luoghi e delle ambientazioni. La fotografia di moda è stata utilizzata per molto tempo senza tenere in considerazione strade, piazze e contesti reali, ma con fondali dipinti e oggetti di scena chiamati a fingere ambientazioni fiabesche.
Si tratta di una concezione senza tempo: la moda come elaborazione identitaria, la moda come racconto intorno a sé o come messa in scena. Nel modulo si vuole superare questa concezione, capovolgendo il processo: si parte dal contesto che deve divenire fonte d’ispirazione per il capo d’abbigliamento, oggetto dello shooting fotografico.

Modulo 4 “Ricercare”
Modulo di 30 ore destinato a 20studentesse/studenti di tutte le sedi dell’IPSIA “Santarella”.
Il modulo sarà suddiviso in 3 attività:
- attività 1( 10 ore): Laboratorio di ricerca storico – artistica;
- attività 2 (10 ore): Approfondimento interdisciplinare _ Storia del Costume e della Moda;
- attività 3 (10 ore): Preparazione per lo shooting fotografico: i costumi di “scena”.
La ricerca storica è un metodo operativo laboratoriale che dà la possibilità di affrontare un tema storico a partire da un dossier di fonti. Se il territorio diventa esso stesso un laboratorio, le fonti sono reperibili nella realtà locale oppure sono scaricabili dal web o da altri supporti informatici e multimediali. La ricerca consiste in un'attività di produzione della conoscenza storica.
Le studentesse e gli studenti dovranno cimentarsi in un vero e proprio laboratorio di ricerca, per affinare quei sensi che permettono loro di conoscere la realtà che li circonda con le sue implicazioni storiche e artistiche, immaginando gli oggetti e le caratteristiche che dovranno animare il set fotografico.